Il subappalto nei lavori pubblici è disciplinato dall'art. 105 del Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 "Codice dei contratti pubblici". Con l'introduzione del comma 3 lettera c-bis) le prestazioni rese in favore dei soggetti affidatari in forza di contratti continuativi di cooperazione, servizio e/o fornitura sottoscritti in epoca anteriore alla indizione della procedura finalizzata alla aggiudicazione dell'appalto non vengono considerate subappalto e quindi sfuggono completamente a qualunque controllo da parte del Responsabile Unico del Procedimento e della Stazione Appaltante. È infatti prevista la sola verifica che i relativi contratti siano depositati alla stazione appaltante prima o contestualmente alla sottoscrizione del contratto di appalto, ma non è necessario che tali documenti abbiano data certa.
×